Da dove partire

 

 

Passiamo subito al dunque!

Per rendere il corso più semplice possibile, è stato dato un taglio netto a gran parte della teoria insegnata negli altri corsi di memoria, cercando di indirizzare tutti gli sforzi sulla pratica, immediatamente.

Questo step (o lezione) richiede un tempo minimo di 5-10 minuti al giorno per sei giorni consecutivi.
Se si hanno difficoltà nel trovare dieci minuti da investire al giorno (anche dividendoli in due parti da cinque minuti) per tutta la settimana, difficilmente sarà possibile vedere, o "toccare" i risultati che questo corso base di tecniche di memoria può dare.
Per apprendere le mnemotecniche ci vogliono pochi sforzi ma devono essere distribuiti nel tempo, saltare un solo giorno metterà seriamente a rischio il risultato finale.

La continuità è fondamentale per automatizzare certi modi di articolare il pensiero utilizzando la memoria visiva.

Il primo step introduce le basi pratiche delle tecniche di memoria, permette di creare e strutturare una piccola base di ricordi a lungo termine indelebili alla coscienza, ricordi con il fine di conservare, o trattenere, informazioni per un certo periodo, senza pericolo di dimenticare.
I ricordi a lungo termine sono tutti quei ricordi che sono depositati nella nostra memoria, ricordi a nostra disposizione per essere richiamati volontariamente o inconsciamente.

Come già accennato, per acquisire l'abilità nell’utilizzo di una mnemotecnica occorre una certa continuità (all'inizio del percorso), per questo è meglio dedicare 5-10 minuti nel quotidiano che un’ora la settimana. La quotidianità permette di far apprendere al proprio cervello un nuovo modo di ragionare consolidando l'abitudine a utilizzare più spesso la memoria visiva attivamente, invece che passivamente come facciamo di solito. Il fine ovviamente è sviluppare l'abilità di memorizzare a comando.

 

Fondamenti:
introduzione, registrazione e analisi dei risultati

E' molto importante monitorare i risultati raggiunti: sia positivi, sia negativi e frustranti, attraverso dei test di autovalutazione; test che sono utili e indicano: letteralmente e numericamente, il nostro livello attuale di memorizzazione, o comunque il nostro livello che possiamo chiamare di defaut.
Per raggiungere dei buoni risultati è necessario conoscere in che punto ci troviamo ora, altrimenti potrebbe capitare di avere una scarsa o nulla percezione dei nostri miglioramenti, sopratutto i piccoli miglioramenti che per quanto potrebbero apparirvi ridicoli e privi di valore, sono comunque la prova che avanzate anche se piano piano. Un miglioramento è sempre un miglioramento e un altro limite da superare.

Annotiamo questi due tempi:

- prima memorizzazione. Quanto tempo impieghiamo per memorizzare dieci parole casuali? (se non riuscite a ricordare almeno otto su dieci, passate ad una nuova memorizzazione)

- prima ripetizione. Quanto tempo è servito per ripetere la sequenza la prima volta e con quanti errori?

Annotarsi questi tempi: memorizzazione e prima ripetizione, torneranno utili nel tempo perchè a distanza di mesi, o di anni, diventerete consapevoli di come sia possibile dimenticare anche le difficoltà che avete incontrate all'inizio del vostro percorso per imparare a memorizzare. ciò che erano considerate difficoltà nella memorizzazione, possono diventare

es.1
sorgente
menta
catrame
zucchino
vista
carpa
chimica
commessa
chiave
fabbro

es.2
altezza
Corano
mummia
solarium
bacio
biada
bacco
fax
carta
biscotto

es.3
adesivo
biologo
maschera
capanna
rosso
Germania
mattoni
fax
shampo
imbarcazione

 

 

La tecnica associativa

1. 10 numeri, 10 parole, 10 suoni, 10 immagini

Ora iniziamo a imparare questa lista, cercando di visualizzare numero, parola e immagine in modo naturale, come ricordare qualcosa che abbiamo già visto, in quanto quando si passerà alla memorizzazione di informazioni, si partirà dall'immagine uno in modo da seguire un ordine preciso. La lista di seguito fa parte della tecnica dello schedario visivo fonetico (una memo tecnica derivata dalla conversione fonetica). Per il momento pensato solo a memorizzarla e a visualizzare le parole associate ai numeri:

0. sci

1. Te
2. Noè
3. Amo
4. Re
5. Aglio
6. Ciao
7. Ago
8. Ufo
9. Bue
10. Taxi 

 

Di seguito vi sono fornite 11 immagini distribuite in ordine sequenziale.

Queste caselle visive da zero a nove, contengono le regole base della conversione fonetica (numeri, parole, suoni, immagini), parole-immagini che torneranno molto utili in seguito per imparare la conversione fonetica (appunto!) e altre tecniche di memoria.

Memorizzate questa lista come vi pare e cercate di ripeterla ogni volta che ne avete l'occasione per qualche giorno, sino a che non riuscite a ripeterla velocemente e senza nemmeno pensarci su. Dovreste essere anche in grado di risalire alla parola-immagine anche solamente dal numero. Ade esempio, se vi chiedessi: a che immagine corrisponde il numero sette....e il numero nove?

Dieci minuti al giorno sono più che sufficienti,(ad alcuni potrebbero servirne molti meno), anche frazionati, utilizzando i ritagli di tempo come: l'allacciarsi le scarpe, aspettare l'autobus, lavarsi i denti, mentre mastichiamo, insomma quando troviamo uno piccolo spazio libero, o un ritaglio di tempo durante la giornata, che saranno mai 5-10 minuti al giorno.
Se siamo svogliati anche nel memorizzare perfettamente una decina di semplici parole oggettive allora è meglio lasciare stare. Comprendere come la continuità nel tempo produca degli effetti sull'apprendimento a medio-lungo termine, è un qualcosa di cui è possibile diventare consapevoli solamente ricordardosi di essere continuativi nel fare una determinata cosa nella nostra quotidianità.

Di seguito un aiuto visivo e un video che renderà la memorizzazione molto più facile e dinamica.

 

Video schedario visivo fonetico 1-10

 

 

 

 

        

 

 

 

 

 


 

 

 

Termina con questo’ultimo post il corso di memoria livello zero.
Quello che è stato proposto nei nove step precedenti permette di ottenere dei risultati straordinari investendo pochissimo tempo.

Investendo pochi minuti nel giorno (anche nei ritagli di tempo, ma in modo continuato), è possibile raggiungere, nel giro di due o tre mesi, livelli di memorizzazione da stupire tutti quelli che ci circondano.
Conoscente qualcuno che riesce a memorizzare una lista di cinquanta parole, o un numero di cinquanta o più cifre?

Il tempo è una risorsa a cui si da meno importanza del denaro ma è l'investimento più redditizio a medio e a lungo termine che una persona può considerare per migliorare le proprie conoscenze e le proprie abilità.
Purtroppo la maggior parte di noi spreca risorse di tempo e preziose energie mentali per cose poco produttive o inutili; "migliorare se stessi", accrescere le proprie conoscenze, acquisire nuove abilità, sembra essere una cosa poco importante oggi.

In questo mini corso di memoria abbiamo trasmesso la nostra personale esperienza, i passi che abbiamo seguito, le abilità che abbiamo maturato e che ci hanno permesso di imparare a memorizzare centinaia di parole e centinaia di numeri senza enormi difficoltà.
Siamo dell'idea che è l'esperienza quella che va trasmessa, le conoscenze ognuno le può trovare da se nel presente, molti si rimboccano le maniche, molti buttano via i soldi regalandoli a degli illusionisti, noi abbiamo voluto condividere un’abilità che può essere appresa da chiunque.

Imparare le tecniche di memoria è molto simile a imparare ad andare in bicicletta o guidare un’auto, all'inizio si può essere impacciati ma con la pratica si diventa bravi e si riesce a seguire un percorso con estrema naturalezza e facilità.
E' illusione credere di potere imparare a destreggiarsi con le mnemotecniche in poco tempo, se siete poco motivati o rimandate sempre perché distratti da altro, fate prima a lasciare stare, sprecate solamente il vostro tempo!
Interessarsi a qualcosa, soddisfare una curiosità per poi in seguito abbandonarla, come succede spesso nei "memo corsi" a pagamento (ma anche in altri interessi), darà come risultato un tot di tempo perso, irrecuperabile, buttato via forse per pregiudizi fondati sulla nostra poca conoscenza degli argomenti, o per un’emotività attratta da altre cose di relativa importanza. Ad esempio, è buttare via il proprio tempo guardando le pubblicità televisive.

Raggiungere la consapevolezza delle proprie capacità, è tra le cose più importanti da ottenere. La consapevolezza di come funzioniamo e di quali sono i nostri limiti, può portarci a migliorare nel tempo; tutto questo è possibile facendo un’auto analisi, prendendo appunti su quello che siamo in grado di fare e su quello che vogliamo ottenere, in modo che nel futuro i nostri occhi possano vedere chiaramente la differenza tra ciò che non eravamo in grado di fare e ciò che invece nel presente siamo in grado di realizzare.
Anche il solo fatto di tenere un diario personale è già un grande successo per il miglioramento personale. Le proprie esperienze sono una fonte preziosa d’informazioni e vanno in qualche modo ricordate per raggiungere prima la consapevolezza di come siamo migliorati nel tempo.

L'obiettivo di questo corso di memoria è rendere inconsciamente capaci, ossia memorizzare informazioni a comando, senza pensarci, in modo automatico.
E' possibile acquisire nuove abilità solamente con la pratica, sino a che si diventa consapevoli di saper guidare la bicicletta, o l'auto, senza nemmeno pensare a quello che stiamo facendo (riferendoci agli esempi precedenti).

Ringraziamo tutti quelli che ci hanno seguito sino ad ora e ovviamente invitiamo a rimanere "sintonizzati" sul forum ufficiale e sul sito ufficiale. Ogni vostro commento, ogni vostra esperienza, ogni vostro consiglio a riguardo (anche se negativo) sarà utile a migliorare ciò che facciamo e ciò che ci piacerebbe realizzare.

   

 

 

 

Scarica gratuitamente l'anteprima del:

Il metodo dei colori -Corso multimediale tecniche di memoria livello zero

 

 

Torna utile tenere a mente che ogni immagine corrisponde ad una parola che ha sua volta corrisponde ad una combinazione di suoni.
Se abbiamo memorizzato il casellario 1-30 del precedente step e riusciamo a ripeterlo bene, e per bene si intende ripetere ogni parola istantaneamente o quasi, allora possiamo già memorizzare, come minimo, un informazione nuova per ogni casella.

Questo risultato è possibile ottenerlo facilmente dedicando poco tempo alla pratica, distribuendo gli esercizi nell'arco di un mesetto, sfruttando come è stato più volte detto i ritagli di tempo della nostra giornata; per poco tempo si intende investire dieci minuti al giorno.
Con uno schedario di 60 caselle possiamo memorizzare una lista di 60 parole casuali, arrivando a superare di circa il 1000% le normali capacità di memorizzazione di una persona comune che non utilizza mnemotecniche.

 

Schedario fonetico caselle 46-60

Di seguito troviamo la lista delle parole per incrementare la nostra tecnica di memoria, più estendiamo lo schedario in modo progressivo, più aumentiamo la nostra capacità di memorizzazione. Più immagini ordinate disponiamo, più informazioni possiamo memorizzare. E' possibile utilizzare Google immagini per ricavare immagini che corrispondano al numero della scheda.

 

46-roccia
47-rogo
48-rovo
49-arpa
50-lassie
51-latte
52-lana
53-lama
54-alloro
55-lilla
56-laccio
57-lago
58-lava
59-lupo
60-cesoie

 

Nel prossimo articolo concluderemo lo schedario mentale (o fonetico), dalla casella 61 alla casella 100.
Sino ad ora, chi ha appreso lo schedario sino alla casella 60 ed è in grado di ripeterlo mentalmente, o verbalmente, in meno di un minuto e mezzo senza "singhiozzare mentalmente", teoricamente dovrebbe essere in grado di memorizzare una lista di 60 parole casuali, o quattro liste da 15 (ad esempio)
Quello che è possibile memorizzare con questa tecnica stupirà molte persone, è improbabile incontrare qualcuno che riesca ad arrivare a ricordare tante informazioni senza conoscere le mnemotecniche, a meno che non abbia qualche particolare abilità naturale nel memorizzare le informazioni, anche in questo caso molto improbabile da incontrare.

Se distribuiamo gradualmente gli sforzi adottando la filosofia di questo corso livello zero, ossia sfruttare i ritagli di tempo giornalmente, si otterranno dei risultati che difficilmente si immaginano.

   

                 

 

 

Scarica gratuitamente l'anteprima del:

Il metodo dei colori -Corso multimediale tecniche di memoria livello zero

Siamo ormai giunti alla fine del Mini corso di memoria livello zero; con la prossima lista completiamo lo schedario visivo (o schedario mentale), proposto in questo corso di memoria. Le immagini appropriate possono essere cercate utilizzando Google immagini, oppure anche solamente immaginate senza un supporto digitale visivo.
Se siamo arrivati sino a questo punto e si è letto ed eseguito tutti gli step regolarmente, si sarà in grado di procedere in completa autonomia, dovremmo essere in grado di andare facilmente oltre al limite proposto.
Più immagini sequenziali e ordinate disponiamo a livello cosciente, più il nostro "buffer mnemonico" ci permetterà di aumentare il numero delle informazioni memorizzabili.
Imparare ad utilizzare uno schedario visivo di questo tipo vi permetterà di raggiungere dei risultati nella memorizzazione davvero stupefacenti, sta a noi diventare consapevoli di quello che potremmo farne nella vita di tutti i giorni, o nello studio.

 

61-Getto
62-Cena
63-Cima
64-Giro
65-Cella
66-Ciuccio
67-Cicca
68-Ceffo
69-Ceppo
70-Casa

 

71-Chiodo
72-Cane
73-Gomma
74-Carro
75-Colla
76-Cuccia
77-Cucù
78-Cuffia
79-Coppia K
80-Vaso

 

81-Foto
82-Vino
83-Fiume
84-Foro
85-Foglia
86-Faccia
87-Foca
88-Fifa
89-Vip
90-Pizza

 

91-Botte
92-Pane
93-Piuma
94-Birra
95-Bolla
96-Bacio
97-Bocca
98-Baffi
99-Pippo
100-Discesa

 

Conclusione dello schedario mentale (o fonetico) 0-100

Chi riesce a memorizzare e a ripetere facilmente, in meno di due minuti, lo schedario 0-100, ha raggiunto un buon livello di memorizzazione di questa struttura mnemonica.
Quello che si può fare quando si diventa "padroni" di questa tecnica, è il riuscire a memorizzare, come minimo, una lista di cento singole informazioni.
Questa tecnica associata alla tenica dei loci permette inoltre di memorizzare un numero con moltissime cifre senza ricorrere alla conversione fonetica.

Moltissime altre cose potrai scoprirle da te con la pratica e tenendo sotto costante controllo i tuoi tempi di memorizzazione che ti dicono in ogni momento a che livello ti trovi.

 

                 

 

 

Scarica gratuitamente l'anteprima del:

Il metodo dei colori -Corso multimediale tecniche di memoria livello zero

Se abbiamo seguito e svolto tutti gli step con regolarità, dovremmo essere in grado di memorizzare, senza troppe difficoltà, una lista di quindici parole casuali.

Per ottenere la padronanza di una tecnica di memoria, occorre esercitarsi un minimo, anche solo dedicando pochissimi minuti nel giorno (anche meno di due minuti se avete acquisito l'abilità).
Queste sono tre semplici liste di parole per esercitarsi:

 

Lista uno:

Vulcano
Amico
Organo
Rame
Gorilla
Orzo
Noci
Melanzana
Cristallo
Pavimento
Risotto
Sei
Stalattiti
Sinistra
Siluro

 

Lista due:

Lavandino
Furbo
Moneta
Lampada
Camomilla
Proboscide
Russo
Blu
Valigia
Gorilla
Macchia
Grotta
Mutande
Pasta
Cornice

 

Lista tre:

Oggetto
Incrocio
Pannocchia
Scarpa
Giorno
Computer
Scaffale
Tanga
Pasta
Contenitore
Medicina
Sensuale
Viso
Elettricità
Canile

 

Com’è stato detto nei primi step, è meglio investire dieci minuti nel giorno che due ore la settimana, una sola volta. Sfuttare i ritagli di tempo per imparare a utilizzare le tecniche di memoria, è la soluzione ideale e permette di ottenere, nello stesso tempo, una maggiore elasticità mentale. Memorizzare in ambienti diversi, anche ritenuti inadeguati, aumenterà la capacità di memorizzazione in qualsiasi situazione. Alcuni memo formatori suggeriscono di isolarsi ed evitare di essere in mezzo ai rumori, o distrazioni, ma una tecnica di memoria deve essere pronta all'uso in qualsiasi situazione, soprattutto quando ne abbiamo bisogno e non solo per imparare prima qualcosa da un libro (ad esempio).

 

       

   

     

 

Scarica gratuitamente l'anteprima del:


Il metodo dei colori -Corso multimediale tecniche di memoria livello zero