Ascolta l'audio di questa pagina - 5'18''

 

 

Download

 

 

La tecnica di memoria più elementare che potete imparare


La tecnica dei loci è una mnemotecnica molto antica: da alcuni documenti storici sembra risalire addirittura a centinaia di anni prima della nascita di Cristo. È una tecnica abbastanza semplice da apprendere e da mettere in pratica; potrebbe essere insegnata anche ad un bambino di prima elementare (almeno quella descritta in questo capitolo).

La tecnica dei loci consiste nell'utilizzare dei ricordi della memoria a lungo termine che si conoscono molto bene, come ad esempio un percorso che si fa spesso da casa propria ad un altro luogo: casa-lavoro, casa-scuola, casa-parente, casa-amico/a, casa-supermercato, ecc. Nonostante sia una tecnica di memoria molto semplice e non richieda sforzi mentali esagerati, la maggior parte delle persone ha difficoltà nel metterla in pratica. Ciò è dovuto solamente al fatto che questa tecnica richiede l'utilizzo della memoria visiva in modo attivo (con modo attivo si intende, ad esempio, il semplice visualizzare quello che abbiamo fatto un paio di ore fa, il visualizzare una mela, ecc..), qualcosa, quindi, che la maggior parte delle persone fa molto raramente, in quanto hanno smesso di farlo abitualmente, una volta raggiunto un certo livello di istruzione e di linguaggio parlato. Ciò significa che l'abitudine a pensare per parole e concetti ed il suo rafforzamento nel tempo, ha arrugginito l'abilità di visualizzare in modo del tutto naturale che si possedeva da bambini. Essendo però un’abilità innata e il nostro più antico modo di pensare, è possibile rimetterla in moto, dedicando anche solo pochi minuti al giorno, in modo da prendere nuovamente confidenza nel pensare anche per immagini, invece che solo attraverso le parole.

Iniziamo quindi con identificare un percorso che facciamo spesso e individuiamo il primo punto di partenza. Immaginiamo, o meglio visualizziamo (come se ci fossimo veramente!) quale punto di partenza, l'uscita del portone del nostro appartamento o, se abitiamo in una casa indipendente, l'uscita principale.

Qual è la prima cosa che avete davanti agli occhi?

 

 

I primi dieci luoghi del percorso esempio, per l'apprendimento di questa tecnica, sono i seguenti:

- casa (uscita)

- cassonetti rifiuti

- bar

- tabacchino

- fermata del bus

- banca

- distributore di carburante

- poste

- supermercato

- farmacia

 

I vostri luoghi di partenza (della tecnica personalizzata che state creando) potrebbero essere alcuni di quelli elencati nella lista precedente: parole estremamente facili da visualizzare. Il passo successivo è quello di assegnare ad essi un numero da uno a dieci.

1. casa (uscita)

2. cassonetti rifiuti

3. bar

4. tabacchino

5. fermata del bus

6. banca

7. distributore di carburante

8. poste

9. supermercato

10. Farmacia

Assegnare un numero progressivo ad ogni luogo (o loco) per costruire questa piccola mnemotecnica è un grosso vantaggio, in quanto il numero diventa una coordinata spazio-temporale quando dovrete "muovervi" all'interno di questa tecnica per cercare l'informazione che vi serve ma non è obbligatorio, potreste anche non averne bisogno. Se preferite potete scrivere la vostra personale lista di luoghi numerati su un foglietto di carta, su un file di testo dentro il vostro hard-disk, oppure nel vostro smartphone.

Tenete traccia di questo percorso di dieci luoghi affinché lo possiate ricontrollare ogni qualvolta vi serva. E’ necessario imparare a "muoversi" sia in avanti che indietro all'interno di questa neonata mnemotecnica. Non importa come vi "muovete": potete immaginare di volare, di muovervi nell'ordine dei luoghi che avete scelto sui pattini a rotelle, in macchina, in moto, saltellando grazie a delle molle sotto le scarpe, ecc. Quello che vi viene in mente va bene, lasciate libera la vostra creatività visiva, l'importante poi è continuare a ripetere quest'esperienza visiva ogni volta che ne avete l'occasione. Dopo qualche ripetizione, impiegherete solo pochi secondi per rivederla, per ripassarla.

Questa piccola mnemotecnica vi permetterà di prendere nuovamente confidenza con la vostra memoria visiva a livello cosciente, e nel contempo strutturare e consolidare un piccolo ricordo a lungo termine, finalizzato alla memorizzazione che vi permetterà di superare, già così, i limiti comuni della memoria a breve termine.

In questa piccola tecnica che vi è stata descritta, troverete molti segreti di come funziona la vostra memoria visiva; siate seri quando inizierete a visualizzare, perché è necessaria una certa quantità di concentrazione. Pregiudizi, preconcetti, sentirsi stupidi quando si eseguono degli sforzi mentali di questo tipo mandano all'aria la riuscita di un qualcosa che, una volta intuito, vi aprirà un nuovo mondo per quanto riguarda il ricordare. Di seguito un'immagine della tecnica sviluppata sino ad ora:

 

 

prossimo paragrafo: Memorizzare una lista di dieci prodotti con la tecnica dei loci

 

 

 

Commenta sul forum ufficiale