Ascolta l'audio di questa pagina - 3'54''

 

 

Download

 

 

La visualizzazione di parole astratte e concrete

 

Solitamente quando dobbiamo memorizzare parole come mela, arancia, casa, cane, automobile, televisione, bicicletta, albero, riusciamo a visualizzarle chiaramente senza difficoltà, o comunque riusciamo a trovare un’associazione che possa rappresentare la parola che identifica un oggetto.

Mentre con le parole concrete come caffè e coccodrillo nella nostra mente si forma immediatamente un’immagine, la stessa cosa non accade con parole astratte come “giuridico” o “perché” o appunto “astratto”. Ci sono diversi modi per ovviare a ciò e solitamente si deve fare affidamento sulla scomposizione della parola e sulla propria creatività.

 

1) consideriamo la parola astratta e associamola a una o più parole che hanno una somiglianza fonetica. (vedere l'esempio successivo Circostanza).

 

2) Abbiniamo la parola astratta a un’immagine che riteniamo idonea e che presenti affinità visive.

 

Se si è a corto di creatività, grazie a Google immagini è possibile ottenere centinaia, se non addirittura migliaia, di immagini da scegliere, per poterle associare alle parole. È evidente, alla maggior parte degli interessati, che ci sono parole facili da ricordare e parole difficili da memorizzare. Nel caso di parole astratte il metodo più efficacie per memorizzare è sicuramente quello di scomporre la parola astratta in più immagini.

 

Riferito alla spiegazione precedente, la parola CIRCOSTANZA può essere scomposta nel seguente modo:


CIRCOSTANZA: un intero circo con tutti gli animali ammucchiati in una piccola stanza


Ecco alcuni esempi visivi, di parole per le quali potrebbe essere più difficile trovare una

corrispondenza visiva adeguata per essere memorizzate:

 

- chiarezza

- energia

- fede

- passione

- potere di legare

 

 

Potremmo utilizzare parole più difficili da visualizzare, ma il fine ultimo è capire il meccanismo associativo, ossia che ogni parola astratta (come ogni parola oggettiva) può essere associata a un’immagine che riteniamo idonea o che si avvicini visivamente o foneticamente alla parola originaria che vogliamo ricordare. Tornando all'esempio di prima, possiamo visualizzare la precedente lista in questo modo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ogni immagine identifica una parola della lista; la scelta è puramente soggettiva. Ognuno di noi può

utilizzare immagini che per altri non significano nulla nel rappresentare una parola astratta. Energia può essere considerata anche una parola concreta ma può assumere diversi aspetti. Se farete affidamento su associazioni visive per ricordare una parola astratta, state pur certi che le probabilità di ricordarvi una determinata parola aumenteranno notevolmente.


Altri esempi:


• Circostanza: immaginare dei bambini che vi afferrano trascinandovi a forza in una stanza dove incominciano a fare i giocolieri, i pagliacci, i mangiatori di fuoco e così via. Comprendete finalmente che quello che state osservando è un Circo in una Stanza che è appunto chiamato da loro CIRCOSTANZA

 

• Autobotte: potremmo pensare a un’auto costruita come una botte di vino con quattro ruote che ci sta davanti in autostrada: questo è il meccanismo. L’importante è trasformare la staticità di un’autobotte in un’azione paradossale, più facile da ricordare, associata all’emozione di ilarità che ci può dare il pensare a una botte con le ruote che sfreccia in autostrada.

 

• Lista della spesa: devi andare a comprare il latte, il giornale, un regalo, una matita, una gomma ecc. Chiudi gli occhi e immagina di andare a comprare il latte ma di stupirti perché il lattaio te lo munge dentro un secchio sul posto! Vai dall’edicolante e per sbaglio fai cadere il latte su tutti i giornali esposti sul bancone. L’edicolante non solo non si arrabbia ma con un gran sorriso ti porge un bel regalo. Lo apri e zac! Una matita esce velocissima e ti si pianta in fronte! Togliendola rimane un buco; allora decidi di tapparlo con un pezzo di gomma da masticare! E puoi andare avanti quanto vuoi. È un semplice metodo di associazioni visive.

 

 

Prossimo paragrafo: IL METODO DEI COLORI:
                             Introduzione al metodo dei colori

 

 

 

Commenta sul forum ufficiale