La consapevolezza della propria capacità di ricordare

 

 Se riusciamo a memorizzare 30 parole o un numero di 30 cifre, rimanendo sotto i 5 minuti, abbiamo probabilmente capito come funziona una mnemotecnica. Se abbiamo raggiunto questo livello possiamo tranquillamente triplicare questa cifra, in un tempo accettabile e senza preoccuparci troppo di come trovare il tempo per imparare.

Se poi conosciamo perfettamente lo schedario fonetico e siamo in grado di ripeterlo senza difficoltà e convertire all'istante un numero di due cifre in un immagine, allora abbiamo sufficienti requisiti per comprendere il "corso tecniche di memoria livello due".

Anche il possedere 100 loci numerati, o 100 personaggi per le nostre memorizzazioni potremmo ritenere, anche in questo caso, di essere ad un discreto livello.

Per esperienza diretta posso confermare che le tecniche di memoria si imparano meglio a tempo perso che seguendo un programma di esercizi che annoiano e che non si porteranno mai a termine.

E' necessario prendere seriamente in considerazione, di trovare sempre un paio di minuti al giorno per memorizzare qualcosa. Anche una ventina di parole di qualcuno che sta parlando, o di qualcosa che ascoltiamo alla radio o alla TV, tre o quattro numeri di telefono, oggetti presi a caso intorno a noi, senza seguire un senso logico. Poco importante è il risultato negli in questi "micro allenamenti", l'importante e mantenere accesa, un pochino, la fiammella che muove il meccanismo della visualizzazione.
E' probabile che molti abbiano difficoltà nel trovare anche solo due minuti nell'arco della giornata ma se riusciamo a effettuare questo piccolo sforzo ogni giorno, ci si renderà conto da se come tutto diventerà sempre più facile, preciso e veloce.

In più di due anni di lavoro svolti nel capire come rendere le mnemotecniche più semplici da apprende e analizzando migliaia di esperienze (molte nel web e molte in questo forum), ho capito che le persone si disinteresseranno con il tempo alle mnemotecniche perché hanno difficoltà ad applicarle nella vita di tutti i giorni, questo perché la "cultura ufficiale" delle tecniche di memoria prevede un insegnamento di tipo scolastico, o seguendo modelli accademici o professionali.
Dopo un po' la noia, l' auto-demotivazione e lo schivare anche un paio di minuti al giorno per una banale memorizzazione, porta inevitabilmente il nostro interesse per le mnemotecniche, nel dimenticatoio delle nostre esperienze.

Uno degli scopi del corso di tecniche di memoria livello due è riuscire a raggiungere la consapevolezza di quale siano le nostre capacità reali attuali e la nostra media di memorizzazione in un determinato tempo, ad esempio quanto impieghiamo nel memorizzare 30 parole casuali?

Capire la la nostra capacità di memorizzazione a "corta distanza" è molto semplice, basta eseguire uno di questi quattro test, o tutti, e determinare il risultato della memorizzazione.

Passiamo subito alla pratica e scegliamo il livello di memorizzazione più consono alle nostro livello attuale:

 

Memorizza 30 parole in 90 secondi
(una parola ogni tre secondi)

 

 

 

Memorizza 30 parole in 150 secondi
(una parola ogni cinque secondi) 

 (video non disponibile)

 

Memorizza 30 parole in 210 secondi
(una parola ogni sette secondi)  

 (video non disponibile)

 


Memorizza 30 parole in 300 secondi
(una parola ogni sette secondi)

 (video non disponibile)

 

 


Ogni video corrisponde ad un livello di memorizzazione sulla "corta distanza".

Se riusciamo a memorizzare il 90% delle informazioni, possiamo dire di essere sulla buona strada per migliorare ed ottenere il 100% del risultato. Un errore di memorizzazione è quando dimentichiamo una parola, quando la confondiamo con un altra, oppure quando sbagliamo la posizione dove abbiamo memorizzato l'informazione.

Il tempo di memorizzazione che spendiamo per associare le informazioni che sono visualizzate nel video, rappresenta la nostra abilità e la nostra sicurezza nel legare delle immagini tra di loro.
Se ci occorrono 7-10 secondi per memorizzare una parola, un immagine, o un numero, significa che spendiamo troppe energie mentali per ricordare in modo cosciente.
Esistono associazioni che funzionano e associazioni che non funzionano, scoprire il perchè, ci permetterà di ridurre i tempi di memorizzazione. Possiamo esercitarci all'infinito ma possiamo anche sbagliare per abitudine all'infinito.

Puntiamo l'attenzione sugli errori che facciamo durante le associazioni, scopriamo eventuali punti deboli dei nostri loci ed eventualmente rafforziamoli, quando necessario.